Come fare un’analisi della concorrenza

Come fare un’analisi della concorrenza e applicare le corrette strategie da applicare per migliorare il posizionamento della tua azienda in un mercato globale

Concorrenza e marketing digitale

Il mercato globalizzato offre importanti opportunità per le aziende che utilizzano gli strumenti digitali.

Fare un’attenta analisi dei competitor offre la possibilità di individuare le migliori strategie di applicare per aumentare le quote di mercato e di conseguenza le vendite.

L’analisi dei competitor ti permette di

  • individuare i competitor più rilevanti
  • fare proprie le loro best practice
  • identificare i tuoi punti di forza
  • trovare le migliori strategie di crescita
  • quali fattori esterni determinano il successo del tuo progetto
  • quali risorse ti servono per avere il successo dei tuoi competitor
  • come aggredire il mercato dei tuoi competitor
  • quali errori evitare

Analizzare i competitor è una strategia utile per identificare chi sono i tuoi concorrenti, i loro prodotti, le loro strategie di marketing online e offline.

E’ importante quindi raccogliere informazioni quantitative e soprattutto qualitative e trovare spunti interessanti per il tuo business.

Il marketing digitale offre la possibilità di fare dei confronti molto semplici con i nostri competitor, di scoprire le loro strategie di web marketing e tanto altro.

Promozione nuovo prodotto

Quando lanci un nuovo prodotto o un nuovo servizio ti sei mai preoccupato di vedere cosa fanno gli altri?

Se non l’hai mai fatto è il momento giusto per farlo! Analizza cosa pubblicano gli altri e su quali canali, è molto importante.

L’analisi della concorrenza ti permette di capire come sei posizionato e come lo sono i tuoi competitor, quali canali comunicativi puoi utilizzare e tanto altro.

Ad esempio la fascia di prezzo di quello che stai per vendere, l’analisi completa ti aiuta ad identificare il giusto valore del tuo prodotto o servizio.

Partiamo dal sito internet dei tuoi competitor, analizza come è fatto, i backlink, le parole chiave per le quali è indicizzato e poi verifica il posizionamento sui social network.

Trovi qualche idea per la tua azienda? In cosa dovresti migliorare o quale nuovo strumento dovresti attivare?

Per questa attività ti consiglio di usare:

  • Ubersuggest per analizzare le parole chiave del nostro sito e dei competitor, i back link e tanto altro
  • Buzzsumo per vedere come sono strutturati i contenuti dei tuoi concorrenti analizzando un link preciso
  • Fanpage Karma per vedere l’engagement dei tuoi competitor sui social, quali risultati ottengono
  • Answer the public per vedere come le persone cercano i tuoi competitor ed i loro prodotti

Capitolo a parte per Google, cerca il tuo prodotto e guarda chi esce nella ricerca, visita la pagina web dei tuoi competitor.

Come fare un'analisi della concorrenza

Prova anche a cercare la tua azienda, come la vede una persona che non ti conosce? Capisce chi sei, cosa fai e quello che vendi?

Cerca i tuoi competitor nella tua area geografica, quanti ne trovi e come agiscono?

Questi prodotti ti aiutano a capire anche quali sono i contenuti più cercati ed interessanti dei tuoi competitor e di conseguenza cosa interessa al pubblico.

I backlink aiutano a migliorare il ranking del tuo sito, lo rendono autorevole e quindi migliorano il posizionamento su Google.

Come fare un’analisi della concorrenza vuol dire anche vedere con attenzione i loro profili social, scopriamo insieme come fare.

Analisi dei social dei competitor

I social ti offrono infinite soluzioni chiave di comunicazione e di trasformazione di leads (contatti) in clienti.

Capire cosa fanno gli altri e quale valore aggiunto porta al loro business ti dovrebbe fare capire cosa fare, come farlo nel modo corretto e soprattutto di monitorare i risultati ottenuti.

I social funzionano solo se ci dedichi tempo, hai una corretta strategia e gli alimenti cno contenuti di valore, che interessano veramente il tuo pubblico.

Per questo serve un piano editoriale ben strutturato, una strategia digitale con tempi, obiettivi e budget stabiliti in modo chiaro e trasparente.

Analizzare i social ti permette anche di capire quali sono le lacune dei tuoi competitor e dove puoi aggredire per prendere quote di mercato, così come le campagne di successo che sono state create.

Capire come fare un’analisi della concorrenza vuol dire soprattutto mettirsi in discussione, fare proprie le idee e le strategie di altri, migliorandole adattandole al nostro business.

Se ad esempio un canale ha funzionato bene per un tuo competitor, perchè non dovrebbe valere per te?

Lo stesso vale per le parole chiave, trova una lista per il tuo business ed indicizza i tuoi contenuti, verifica cosa fanno i tuoi competitor e trove qualcosa che ti possa differenziare da loro, dai valore al tuo brand.

Per questo Semrush e gli altri strumenti possono aiutarti a farlo nel modo corretto.

I tuoi competitor in cosa si differnziano da te? Offrono gli stessi prodotti, hanno prezzi diversi? Vendono online o offline?

Queste domande ti aiutano ad approfondire come ti devi muovere, quali canali social usare e come differenziare la tua offerta, partendo dal prezzo e dalla comunicazione empatica.

L’analisi SWOT ti aiuta a trovare, attraverso una matrice, ad individuare:

  • i tuoi punti di forza
  • i tuoi punti di debolezza
  • le opportunità
  • le criticità

Creala per la tua azienda e per i tuoi competitor, confronta i risultati per capire cosa fai meglio di loro e quali sono i tuoi margini di miglioramento per acquisire i clienti dei tuoi concorrenti.

Processo di vendita online

Lo abbiamo già detto, mettiti nei panni dei tuoi clienti e valuta il tuo processo di acquisto online.

E’ semplice, veloce e trasparente? La policy dei resi e dei costi di trasporto è chiara?

Guarda cosa fanno gli altri per capire quali canali usano, le loro strategie, se hanno una rete di venditori.

Come fare un'analisi della concorrenza

Individua cosa fanno bene o fanno in modo errato e migliora il tuo processo di acquisto, rendilo veloce, traccia i carrelli sospesi per fare remarketing e progetta un servizio di fidelizzazione dei tuoi clienti abituali.

Studia la loro politica di sconti, come gestiscono le newsletter, quando e dove pubblicano post promozionali incentivando l’acquisto online.

Iscriviti alla newsletter dei tuoi competitor, fallo!!!!

Il processo di vendita è l’ultimo atto di conversione da lead a cliente, come gesticono il funnel attraverso le campagne social?

Con quale frequenza creano promozioni online e che tipo di canale social utilizzano, scrivono articoli sponsorizzati oppure creano post organici ben indicizzati?

Content marketing

I post interessanti possono essere un ottimo strumento per farsi notare.

Crea contenuti utili, semplici da leggere, con foto/video per attirare l’attenzione, per una nicchia di pubblico che ti segue.

Crea valore intorno al tuo brand e guarda cosa fanno gli altri, usano testimonial? Di cosa parlano? Come creano interesse?

Guarda anche i dati quantitativi, quante condivisioni o commenti hanno i loro articoli?

Nel web content is the king, il valore dei tuoi contenuti ti rende autorevole nel tuo settore, utile, un vero punto di riferimento per i tuoi lettori e per i tuoi clienti.

Analisi del target

Vendi a delle persone, ma a quali? Da chi è composto il tuo target? Dovresti sempre fare un’analisi empatica del tuo pubblico con queste brevi domande:

  • Cosa pensa? Cosa prova? Quali sono le sue speranze e le sue paure?
  • Chi ascolta? Chi condiziona le sue scelte? Influencer ed amici?
  • Cosa vede? Il mercato, l’ambiente, la famiglia?
  • Con chi parla? Cosa fa? Qual è il suo atteggiamento, comportamento, rapporti con gli altri?
  • Quali sono le sue difficoltà? Le paure e gli ostacoli che trova nel processo di acquisto?
  • Quali sono i vantaggi che gli offri? I suoi desideri e obiettivi?

Trovare le risposte a queste domande non è cosa semplice, ma provaci! Quello che vedi sopra è la mappa dell’empatia, strumento utile che ti fa capire se quello che stai facendo è sensato oppure se devi correggere qualcosa.

Devi trovare target diversi fatti di persone omogenee e differenziare la tua comunicazione verticalizzando i contenuti.

Il modo corretto di procedere è di mettersi nei panni del tuo cliente, cosa non semplice.

Per questo potrebbe essere utile usare sistemi di email automation, ovvero messaggi automatici e offerte personalizzate adatte ad un pubblico preciso e non alla generalità di chi ti ascolta.

Devi creare delle nicchie di pubblico che hanno caratteristiche comuni, ad esempio il sesso, l’età, gli interessi, la geolocalizzazione e tanto altro.

Trova il modo per differenziarti dai tuoi competitor, la tua USP (unique selling proposition), il core del tuo business.

Devi distinguerti dalla massa e capire come fare un’analisi della concorrenza ti aiuta a farlo.

Leave a Reply