Come gestire il lavoro in team con Trello

Trello è un ottimo strumento per condividere un progetto di un team, è gratuito ed è utile per tenere tutto sotto controllo

La bacheca di Trello

Lavorare con altre persone non è una cosa semplice, diciamolo. Capire come gestire il lavoro in team con Trello ti aiuterà a non perderti in un bicchiere d’acqua.

Ma se usiamo alcuni strumenti possiamo avere un quadro sempre aggiornato di un progetto, del suo stato di avanzamento e tante altre informazioni utili.

Io ho scoperto Trello quando ho lavorato ad un progetto in team per la realizzazione di video promozionali.

Trello è gratuito e molto semplice, motivi che lo hanno reso molto celebre.

Avevo bisogno di uno strumento per elencare le cose da fare, affidare compiti e scadenze ai vari collaboratori, condividere informazioni e avere una time map dello stato di avanzamento.

Capire come gestire il lavoro in team con Trello è stato molto semplice, grazie al sistema di Trello che organizza il lavoro in bacheche.

Ha una struttura piramidale divisa tra bacheche, liste e schede.

Una volta creato il proprio account con Trello, si può creare una propria bacheca dove elencare i progetti da seguire.

Ogni progetto si crea con “crea lista” elencando i vari step da seguire e personalizzando ogni attività con colori, ruoli e persone coinvolte.

E’ molto più semplice farlo che leggerlo, vi assicuro che se lo userete non riuscirete più a farne a meno.

Ogni singola attività può essere personalizzata inserendo:

  • una descrizione dettagliata
  • inserendo allegati o una sotto scheda
  • una check list
  • altri collaboratori
  • una scadenza
  • una copertina

Come si vede il livello di personalizzazione è elevato quindi puoi trovare tutte le soluzioni che cerchi.

Puoi anche associare un colore alle tue attività, ad esempio il verde per quelle concluse e il rosso per quelle da terminare.

Puoi anche spostare le attività tra liste diverse o cambiare l’ordine trascinando con il mouse dove vuoi.

E’ possibile anche creare un gruppo per condividere un insieme di bacheche o un singolo progetto per organizzare meglio il lavoro e convidere i documenti.

Trello ti propone già una indicazione sulla tipologia del gruppo, ad esempio:

  • marketing
  • risorse umane
  • istruzione
  • crm vendite

Puoi indicare il nome del gruppo, la descrizione e invitare gli utenti a partecipare inserendo la mail.

Tutto molto semplice, puoi quindi dividere i tuoi gruppi rispettando i ruoli aziendali affidando accessi riservati a contenuti particolari.

Come gestire il lavoro in team con Trello

Con Trello è quindi possibile avere una visione globale di un progetto o di un gruppo di progetti mantenendo sempre una elevata flessibilità nella gestione dei ruoli.

Trello e growth hacking

Trello è un ottimo strumento di growth hacking, ovvero permette di progettare, monitore e migliorare le attività di un progetto.

Fare growth hacking infatti è molto importante ad esempio per le start up ma anche per il lancio di un prodotto di un’azienda già avviata.

La sperimentazione nel marketing e nel settore commerciale è continua, deve essere però affiancata da un attendo monitoraggio volto a massimizzare i risultati.

Per questo Trello rappresenta un grande aiuto per i team di sviluppo che condividono un progetto partendo sempre da obiettivi ben definiti.

Il team deve essere costituito da elementi complementari, non in concorrenza tra loro.

Ognuno deve fare la sua parte per ottenere risultati condivisi, per questo parlo di team e non di normale gruppo di lavoro.

Serve una corretta comunicazione, un flusso costante delle informazioni e la presenza di un coordinatore per gestire il ruolo di leader, figura indispensabile in un team.

Leave a Reply