Cosa è l’influencer marketing e a cosa serve

E’ molto importante per un’azienda capire cosa è l’influencer marketing e a cosa serve per migliorare la propria strategia di comunicazione online

Perchè usare gli influencer

Ci sono alcuni settori che utilizzano gli influencer per le proprie campagne di marketing.

Ad esempio nella moda, nel settore del lusso, nella cosmetica, nei prodotti sportivi e in altri settori.

Ma è possibile usare questa tecnica di marketing per tutti i settori? Ma cosa è l’influencer marketing e a cosa serve?

Gli influencer generano brand awarness e permettono e grazie ai loro follower (a volte alcuni milioni) permettono di amplificare la tua campagna promozionale.

Tutto in un’ottica di comunità, quella che si riconosce attorno all’influencer, scegliendo quello giusto la viralità è garantita.

Attraverso gli influencer puoi migliorare la tua brand reputation ed aprire nuovi interessanti mercati per la tua azienda.

Per questo gli influencer usano i social per amplificare il loro messaggio, una vera piazza pubblico dove posso promuovere i tuoi prodotti ed i tuoi servizi.

Sono autonomi nella gestione del post, ognuno ha il suo stile e per questo l’azienda deve scegliere con cura chi usare.

Il focus si concentra sull’influencer che promuove il tuo prodotto, per questo lascia fare a lui, sa come fare!

Quindi va scelto con attenzione l’influencer, deve essere in grado di influenzare la sua comunità promuovendo i tuoi prodotti e favorendone l’acquisto.

Questo avveniva già con la televisione attraverso i testimonial, ma con gli influencer si crea un contatto immediato, quasi intimi, un contatto diretto.

E inoltre a differenza delle campagne televisive la misurazione dei risultati di una campagna è immediata, in tempo reale

L’influencer è una persona famosa?

Non sempre, ci sono dei micro influencer che hanno una comunità in una deteminata nicchia, spesso sono la scelta migliore per un’azione di marketing online.

Si tratta di personaggi spesso sconosciuti ma che in un determinato campo hanno milioni di persone che li seguono, basta pensare alla moda o ai videogiochi online, sono molti gli esempi.

L’influencer è una persona rilevante che riesce ad influenzarele idee di chi lo ascolta ed è proprio questa capacità che identifica l’efficacia dell’influencer.

L’influencer deve essere affidabile, credibile, in linea con il prodotto che si promuove.

Anche se non ci conosce l’influencer ci fidiamo di lui e nei suoi consigli, è un personaggio credibile e diventa un punto di riferimento come se fosse un amico.

Questo non è sempre vero per una persona famosa, per questo non vale sempre l’assioma influencer=famoso.

Gli influencer sono personaggi desiderabili, molti follower vorrebbero essere come loro. Offrono un modello al quale ispirarsi.

Sono molto affidabili su un tema specifico e hanno una posizione di rilevanza riconosciuta dalla comunità che li segue.

Come riconoscere il valore di un influencer

Ma come si riconosce un valore di un influencer?

Cosa è l'influencer marketing e a cosa serve

Ovviamente dal coinvolgimento del pubblico, dai like che riceve, dalle condivisione, dai commenti.

Torniamo alla domanda iniziale: cosa è l’influencer marketing e a cosa serve? Troviamo la giusta persona e usiamo bene il nostro budget.

Deve essere molto bravo a comunicare con trasparena ed efficacia, stabilire delle relazioni dirette con il pubblico e pubblicare con molta regolarità nuovi contenuti.

Il successo di campagne di influencer marketing si misurano ovviamente anche dal traffico generato sul sito web e dagli eventuali acquisti che ne sono derivati.

Ricordo che nel web tutto è misurabile e quindi capire il ROI di una campagna non è complicato, basta leggere le metriche che sono state generate.

Tutto deve essere monitorato ed eventualmente corretto, non sempre la prima idea risulta essere la migliore.

Attraverso la persuasione ed il valore dell’influencer la campagna può risultare vincente, soprattutto se inserita in una campagna social più ampia.

Per avere successo la campagna deve prevedere la ripetizione della promozione, il prodotto deve entrare nella testa del pubblico.

E’ come se la promozione dell’influencer diventasse un’approvazione all’acquisto per il pubblico che lo segue, molto più di un consiglio.

Ci sono anche tools interessanti per capire il valore degli influncer, io suo Finder di Buzzoole ma ce ne sono altri, ad esempio anche l’analisi su Twitter

Riassunto: se me lo consiglia l’influencer, il prodotto è valido!

Come si sceglie un influencer

Per prima cosa bisogna capire il tasso di engagement dell’influencer, cioè i commenti e le condivisioni.

Poi capire chi sono i suoi follower, se sono attivi e rappresentano una comunità vera.

E’ importante anche capire se il suo lavoro è monetizzabile oppure se è possibile pagare la campagna attraverso una specie di baratto, ovvero la cessione di prodotti e servizi.

Chiaramente ci deve essere coerenza tra influencer ed il suo messaggio, deve essere in grado di valorizzare il tuo prodotto.

Il business degli influencer

Ma quanto vale il business degli influencer? Circa 1 miliardo di euro all’anno, mica poco!

Le aziende possono investire risorse ridotte e avere degli ottimi ritorni in termini di visibilità scegliendo il giusto pubblico da coinvolgere e quindi un target ristretto.

In Italia il fenomeno degli influencer non è ancora maturo come in altri paesi ma sono diversi gli influencer di successo.

Le aziende attraverso l’influencer marketing possono spendere meno rispetto ad altri sistemi pubblicitari e hanno una capacità di diffusione molto breve.

Instagram ed il ruolo degli influencer

Instagram è il luogo adatto per gli influencer, attraverso la condisione di immagini è possibile con un influencer amplificare una campagna e generare engagement.

Cosa è l'influencer marketing e a cosa serve

E’ il canale più performante tra i social network ed popolata da un pubblico mediamente più giovane rispetto ad altri social network.

Instagram è perfetto per quelle aziende che possono usare le immagini per promuovere i propri prodotti.

Attraverso le stories tutte le aziende possono promuovere i propri servizi, abituare il pubblico ad un vero e proprio storytelling giornaliero.

Lo stesso vale se si usano i sondaggi e soprattutto scegliendo i giusti hashtag.

Chi sono i micro influencer

Ma quanto costa l’influencer marketing?

Non molto, soprattutto se si individuano i giusti micro influencer, personaggi con un pubblico ridotto ma molto affidabili in un determinato settore.

I micro influencer conoscono perfettamente il settore del quale parlano e permettono di raggiungere degli ottimi risultati in poco tempo.

I micro influencer possono diventare dei veri e propri ambasciatori di un brand, possono promuovere prodotti che davvero utilizzano tutti i giorni.

I micro influencer danno un alto senso di spontaneità e di affidabilità e spesso si instaurano rapporti di lunga durata con la stessa azienda.

I costi sono accessibili, si parla di circa 200-300 euro per 5 post per le aziende che decidono di affidarsi ai micro influencer.

Gli ambassador, chi sono e perchè sono importanti

Gli ambassador sono spesso sottovalutati in una campagna di web marketing ma sono spesso fondamentali per una buona riuscita.

Gli ambassador possono essere definiti come testimonial interni all’azienda, ovvero ambasciatori che promuovono il prodotto e che hanno una conoscenza elevata del brand.

Possono essere anche esterni ma il caso ottimale è ad esempio un membro dello staff che racconta la sua azienda e i nuovi prodotti.

Ovviamente per essere dei buoni ambassador occorre avere una discreta presenza sui social ed avere un’ottima rete di contatti.

In questo caso i risultati sono assicurati, talvolta migliori dell’uso di un influencer perchè nell’ambassador deve emergere la naturalezza e l’elevata comprensione dell’argomento.

Anche i brand advocate hanno un ruolo fondamentale e si differenziano dagli ambassador perchè sono dei semplici consumatori non retribuiti dall’azienda.

I brand advocate parlano del tuo marchio e del prodotto perchè hanno voglia di farlo e vogliono condividere la loro soddisfazione con il follower usando il passaparola.

Leave a Reply