Cosa vuol dire Growth hacking

Cosa vuol dire growth hacking?

“Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.”
LUCIO ANNEO SENECA

La prima volta che ho sentito parlare di growth hacking ho pensato ad una falla informatica e a qualche hacker che aveva bucato un server. Ma cosa vuol dire growth hacking? Quali sono i suoi strumenti di lavoro?

Poi ne ho sentito parlare di nuovo ad un convegno della Camera di Commercio di Firenze e allora ho iniziato le ricerche e ho letto qualche articolo sul growth hacking e capito il vero significato di questo nuovo termine.

Growth hacking, una nuova professione

Riformulo la domanda: cosa vuol dire growth hacking? Il growth hacker è’ una nuova professione nel settore digitale che permette di progettare, misurare e migliorare in modo efficace tutte le iniziative di marketing intraprese.

Si parte da un’idea di business: come posso svilupparla, promuoverla e farla crescere? Una buona idea deve essere pensata, realizzata e inserita in un processo di continua evoluzione, un loop che nel tempo, attraverso i feed back e altri fattori, deve determinare il miglioramento costante del prodotto offerto.

Una buona idea deve soddisfare un bisogno

Una buona idea deve soddisfare un bisogno generalmente condiviso, deve in qualche modo risolvere un problema concreto . Attraverso un modello di business si individuano tutti gli elementi per sviluppare questa idea (ad esempio con il metodo Canvas). Occorre un approccio pratico e comunque rivolto verso i risultati. Devi pensare a lungo termine e modificare la nostra idea nel tempo se si manifestano campiamenti improvvisi.

Si tratta di un approccio completamento diverso rispetto al classico marketing perchè si sovrappongono le fasi di ricerca, sviluppo e analisi dei risultati. L’obiettivo è quello di migliorare le vendite e il nostro profetti, non dimentichiamolo mai!

Le startup necessitano chiaramente di una fase di crescita iniziale, di sviluppo scalare e di una certa continuità nell’individivuare nuovi clienti. Per questo necessitano di un piano di marketing misurabile con obiettivi possibili, costi dirotti e con un’attenta analisi del mercato.

In questo caso il growth hacker è indispensabile, una figura professionale che aiuta nell’individuazione di strategie di marketing alternative. Perchè nel tanto inflazionato web ci sono ancora alcuni canali di nicchia, un po’ nascosti, che generano dei risultati molto interessanti a costi ridotti.

Scrivimi per avere altre informazioni https://www.alessandroperini.it/contatti/

 
 

Leave a Reply