Online il report digitale Italia 2020

Pubblicato online il report digitale Italia 2020, vediamo quali sono gli strumenti più utilizzati in Italia e gli scenari futuri

I macro numeri del mondo

Un collega mi ha chiamato per dirmi che era online il report digitale Italia 2020 e mi sono subito messo a lavoro per analizzarli.

Prima di analizzare i dati dell’Italia vediamo cosa succede nel mondo da un punto di vista digitale analizzando i numeri macro.

Con una popolazione di 7,75 miliardi di persone ci sono 5,19 miliardi di connessioni mobile, 4,54 miliardi internet e 3,8 miliardi i social network.

Le piattaforme social più utilizzate sono Facebook, Youtube e Whatsapp ma con significative differenze tra i vari continenti.

L’80% delle persone fa ricerche online prima di acquistare un prodotto e il 90% visita i siti di vendita online.

Tutti gli altri numeri li trovate nell’articolo Report Digital 2020

I numeri digitali in Italia

Con una popolazione di 60,5 milioni di persone ci sono 80,4 milioni di connessioni mobile, 49 milioni usano internet e 35 milioni i social.

Non c’è un errore su cosa hai letto, sono molte più le connessioni mobile attivate rispetto alla popolazione italiana.

La cosa che mi ha subito colpito è l’età media italiana, ben 47,3 anni di cui l’84% con più di 18 anni.

Il 94% ha un device mobile, il 77% un laptop o desktop, il 38% una console, l’8% strumenti di home device ed il 15% smart watch.

Da quanto è online il report digitale Italia 2020 mi ha colpito molto il dato sul tempo speso su internet.

Ben 6 ore del tempo sono spese su internet, 2 ore sui social media, più di 3 ore guardando tv via streaming.

Interessante anche il tempo dedicato alla musica online, più di un’ora.

Connessioni, velocità e ricerche

La crescita di internet è stata del 2,4% rispetto al 2018 con 45 milioni di utenti che si sono connessi da mobile con una durata di quasi 3 ore.

La velocità media di connessione da mobile è stata di 36,78 mbps (+24% rispetto al 2018) con un massimo di 59,27 mbps.

Il 39% avviene da mobile, il 58% da laptops e desktop e meno del 3% da tablet.

Tra la prime 10 pagine più visitate di trovano Google, Facebook, Youtube, Amazon, Wikipedia, Repubblica, Pornhub, Intagram e Libero.

Le ricerche più effettuate sono relative al meteo, Facebook, Roma, Youtube, traduttore, Amazon, Serie A e la parola news.

Cosa fanno gli italiani su internet

Ma cosa fanno gli italiani su internet?

Il 92% guarda video, il 34% segue video blog, il 57% ascolta musica, il 39% ascolta radio online ed il 23% podcast.

Il 15% imposta limiti di tempo per i figli minori, il 52% è preoccupato dalle fake news ed il 59% dall’utilizzo dei suoi dati.

Interessante l’analisi del gaming: il 60% gioca tramite smartphone e solo il 35% da console ed il 12% guarda partite di gaming in streaming.

Ogni mese il 35% effettua ricerche vocali e quasi il 5% possiede qualche forma di criptovaluta

Quasi 2 milioni di itailani hanno home devices con una spesa annua di oltre 820 milioni di dollari con una crescita del 30% annua.

Italiani e social media

Ben 35 milioni di italiani usano i social, il 58% della popolazione (+6,4% in un anno), il 98% accede via mobile.

L’età tra i 25-35 anni è quella più frequente, a seguire 35-44 anni e poi 45-54 anni.

Vengono spese quasi 2 ore al giorno sui social con una media di 7,8 ciascuno. Il 31% degli italiani usa social per scopi lavorativi.

Ma quali sono i social più utilizzati in Italia? Guardiamo il grafico.

Uso dei social in Italia

Youtube è il social più utilizzato, è importante considerarlo un vero social e non solo un portale per la fruizione di video.

Su Youtube infatti si possono commentare i video, rispondere a sondaggi, condividere il materiale su altre piattaforme e molto altro.

A seguire Whatsapp, Instagram e FB Messenger.

Mi sorprende la posizione alta di Twitter, pensavo di non trovarlo tra i primi 10 social.

E’ bene ricordare che la promozione su Facebook può raggiungere 29 milioni di persone senza differenze significative tra uomo e donna.

I numeri di Facebook in Italia

Il 31% delle pagine Facebook usa annunci a pagamento con una reach del 30,4% totale.

Quali sono i contenuti più cliccati su Facebook? I video con un 7,59%, le immagini con 4,63% e a seguire i link (3%) e gli aggiornamenti di stato (1,32%).

I numeri degli altri social in Italia

Oltre 20 milioni di italiani possono essere raggiungi da annunci pubblicati su Instagram cioè il 37% della popolazione italiana.

Non ci sono significative differenze tra uomo e donna

Snapchat è un social in calo (-7,6%) ma comunque gli annunci possono raggiungere oltre 3 milioni di italiani.

Il 76% degli utenti di Snapchat è rappresentato da donne.

Il moribondo Twitter registra un -11% ma ha ancora 3,17 milioni di italiani raggiungibili da campagne a pagamento con il 61,3% rappresentato da un pubblico maschile.

Linkedin ha raggiungo ormai 14 milioni di utneti (52,7% uomini) e registra in Italia una crescita del 7,7%

Interessante l’analisi di Youtube , le ricerche maggiori riguardano la musica, a seguire films, fornite e query contenenti parole chiave legate a cantanti e a altre canzoni.

I dati del mobile

L’amore tra italiani e strumenti mobile è nato molti anni fa e anche i dati di questo anno confermano il trend.

Risultano oltre 80 milioni di strumenti attivi e di questi l’81% con strumenti prepagati.

Il 92% degli italiani usano le chat apps e il 91% le chat dei social. Ben il 73% vedo video ed il 68% effettua acquisti da mobile attraverso apps.

Interessante anche il dato delle ricerche tramite mappa: il 79% le effettua, mentreil 34% usa apps per i servizi bancari.

Ma quali sono i sistemi operativi più utilizzati?

Il 74% usa strumenti Android (+1,9%), il 25% Ios (-1,2%) irrilevanti le altre percentuali.

Molto interessante anche l’attività di ricerca di immagini (43%) e l’uso dei qrcode (38%).

Ecommerce in Italia

In un mese l’87% degli italiani ha effettuato una ricerca di un prodotto o un servizio da acquistare ed il 93% ha visitato uno store online.

Nel 2019 sono stati spesi in acquisti di vestiti online 4,54 miliardi di dollari, per elettronica 4,67 e per il cibo e la salute 1,83.

Per i viaggi e l’alloggio risulta una spesa complessiva annua di 21,78 miliardi di dollari, cifra molto importante in crescita negli ultimi anni.

Ma quali sono i settori di ecommerce in crescita? Di seguito un interessante dettaglio:

  • fashion e beauty +16%
  • elettronica e media + 15%
  • cibo e salute + 20%
  • mobili e accessori +20%
  • giocattoli e hobbies +5,3%
  • viaggi e alloggi +2%
  • musica digitale +1,1%
  • video games + 5,5%

Oltre 39 milioni di italiani hanno effettuato acquisti online con una spesa complessiva di quasi 16 miliardi di dollari.

Si registra una crescita annua totale del 16% nel caso B2C.

Ma come preferisce pagare un italiano per gli acquisti ecommerce?

Il 41% usa le carte di credito, il 29% portafogli elettronici, il 10% bonifici bancari e solo l’8% paga in contanti alla consegna.

Conclusioni

In questo articolo ho cercato di evidenziare i numeri più interessanti della ricerca condotta da We Are Social e Hootsuite scaricabile al link Report Digital Italia

La lettura di queste informazioni è importante per capire come il nostro business si possa adattare al mondo social e digitale.

Individuare i giusti strumenti semplifica le nostre decisioni e per questo ti invito a scaricare il report completo.

Leave a Reply