Google, più valore alle notizie originali

“Quando si tende a fare le cose che fanno tutti gli altri si diventa tutti gli altri.”

Charles Bukowski

Google cambia di nuovo algoritmo e aggiorna le linee guida promettendo che ci sarà una vera valorizzazione dei contenuti di qualità che hanno generato dibattito, interesse e che siano veramente originali. Quindi i risultati di una ricerca relativa ad un determinato argomento avranno come primi risultati quei contenuti originali e approfonditi dopo la pubblicazione.

Per questo motivo Google avrà a disposizione un vero team di valutatori che “istruiranno” il motore di ricerca su come ricercare i contenuti di qualità attraverso sofisticati algoritmi.

Obiettivo di Google è quello di migliorare il risultato della SERP e aiutare le persone a rimanere informate attraverso contenuti di qualità.

Quali saranno le ripercussioni per il nostro posizionamento? Lo vedremo nei prossimi mesi.

Facebook e riconoscimento facciale, cosa cambia?

Facebook introduce un’importante novità sul riconoscimento facciale, cosa cambia?

Facebook e riconoscimento facciale

  “Il volto umano non mente mai: è l’unica cartina che segna tutti i territori in cui abbiamo vissuto” Luis Sepúlveda

Facebook sta introducendo un’importante novità: il riconoscimento facciale automatico delle nostre foto attraverso machine learning.

I tag di Facebook

Fino ad ora, inserendo una foto, attraverso i “suggerimenti di tag” c’era l’opzione di suggerire automaticamente il tag ad un nostro amico. Oggi è stata introdotta la possibilità del riconoscimento facciale per controllare il suggerimento del tag e le opzioni della privacy.

A breve quindi gli utenti riceveranno un avviso per questa opzione che sarà possibile disattivare, restando la possibilità di taggarci nelle foto ma non di avere il suggerimento del tag.

Provare per credere!

 
 

Benvenuti sul mio blog

Online il nuovo blog di Alessandro Perini: si parla di seo, growth hacking, web marketing e social media strategy

“Giudicate un uomo dalle sue domande più che dalle sue risposte”

Voltaire

Eccoci qua, ci ho pensato molto e alla fine mi sono deciso, devo andare online e pubblicare questo nuovo blog!

Perchè parlare di SEO?

Vi chiederete, per quale motivo un nuovo blog per parlare di seo, indicizzazione e di growth hacking? Forse perchè mi sono appassionato a questi temi e ho notato la curiosità di molti amici e colleghi, quando di parla di internet e dei suoi “segreti per indicizzare” oppure quando racconto la mia nuova esperienza di growth hacking vedo che molti si appassionano a questi argomenti e mi chiedono dove trovare tutte le informazioni che gli interessano.

Creare i contenuti, creare SEO

Quale miglior modo di essere io stesso autore dei contenuti? Si tratta di una materia in continuo aggiornamento ma che ha dei principi saldi che riflettono quanto già valido per la comunicazione tradizionale, ed è su questo che pubblicherò i miei primi post.

Seo, quali regole?

Ci sono alcune regole di ingaggio che devono necessariamente essere conosciute, non basta essere degli esperti del web e delle tecniche di indicizzazione e di web marketing, senza questa base a mio avviso non si ottengono i risultati aspettati.

Occorre farsi delle domande, capire quali sono i problemi e trovare delle risposte per soddisfare i bisogni, trovare una semplicità e una sintesi estrema nel dialogo e nei contenuti dei post. Questo è già un buon inizio!